RivMONOLagunapontileUN PERCORSO IDEALE TRA ATTRATTIVE E PREROGATIVE CULTURALI, TURISTICHE, ENOGASTRONOMICHE, PAESAGGISTICHE DEL’AREA TRA I FIUMI TAGLIAMENTO E ISONZO LE RISORGIVE E IL LITORALE ALTO ADRIATICO

Si è aperta con successo a Latisana la ’prima’ della mostra fotografica ‘Riviera Friulana terra di eccellenze’, un percorso di itinerari tematici sul suggestivo territorio compreso tra i fiumi Tagliamento e Isonzo, la linea delle risorgive il litorale dell’Alto Adriatico. Fatto di splendide immagini che mettono in interrelazione le più grandi realtà turistiche del Friuli Venezia Giulia, Lignano e Grado, con il loro retroterra. Complemento ideale per il turismo moderno, consapevole, attento alle peculiarità e alle specificità del territorio e della cultura che sa trasmettere. Una cultura che dalle immagine realizzate dal Foto cine club Lignano, da Antonio Boemo e da Carlo Morandini, traspare e trasuda dagli scorci sui resti e le vestigia di Aquileia, sui bastioni di Palmanova, sul borgo rurale recuperato di Clauiano, sul porto canale di Grado, sui casoni della laguna, dalle foto aeree della Villa Manin di Passariano ma anche della piazza principale e del porto con la Pescaria vecia di Marano Lagunare. Cultura e saperi del territorio collegato dalle vie d’acqua naturali, i grandi fiumi con vedute da sogno, o artificiali come la Litoranea veneta. Da percorrere con i mezzi nautici, in surf, in canoa, o con i mezzi pubblici e privati acquatici. E risorse ambientali e rurali, come il bosco di Muzzana, le risorgive, le campagne dove vengono allevati i cavalli da corsa, o le oasi naturali nelle quali vivono in libertà cavalli di razza al pari di altre zone umide d’Europa. O che sono percorse dalle specie avi faunistiche selvatiche, rare e di passaggio dal Nord Europa alle lande africane. Attrattive e luoghi da raggiungere in auto, di pregio, anche d’epoca, o con i mezzi di ogni giorno, a due e quattro ruote. Da sorvolare, da avvicinare per carpirne il fascino. E le lagune più settentrionali d’Europa, il litorale, quella che in Florida chiamano ‘intercoast’, fatta di barene, di suggestive vasche naturali nelle quali immergere i piedi per carpire anche con il tatto le carature di un territorio complesso, che si sviluppa sulle ghiaie, sui terreni argillosi, sabbiosi, asciutti, umidi, sommersi. Con paesaggi e ricchezze sottomarine che esperti subacquei, anche con esperienza pluridecennale, sanno fermare in un istante nella loro plastica essenza. E le spiagge, da vivere, percorrere, amare, popolare in tutte le stagioni. Questa è la vera essenza della Riviera Friulana. Un’area ribattezzata con questa denominazione solare e di valenza internazionale dal libro di Carlo Morandini. E che proprio attraverso la cinquantina di presentazioni tenute in Italia e all’estero, anche nei principali eventi fieristici dedicati ai temi dell’agricoltura, dell’agroalimentare, dell’enogastronomia, della nautica, del turismo, ha trovato lo stimolo per la creazione di un’associazione culturale (La Riviera Friulana), che mette assieme, in rete, e propone sull’omonimo e ‘cliccatissimo’ portale (www.larivierafriulana.it  www.rivierafriulana.it) le eccellenze dei settori enogastronomico, ricettivo, commerciale, turistico, di servizi per il turismo, nautiche, dei sodalizi delle professioni che operano in questo ambito, ma anche del territorio attraverso i Comuni che vi hanno aderito. Associazione, che attraverso Carlo Morandini ha realizzato la monografia ‘Riviera Friulana Terra di eccellenze’ – itinerari culturali ed enogastronomici per il turista attento, sostenuta dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e patrocinata dal Club UNESCO di Udine, che è disponibile nella versione sfogliabile on line sul portale rivierasco. E’ stata presentata in anteprima ai vertici dei maitre di tutta Italia, della Svizzera e di Montecarlo, al Grand Hotel Astoria di Grado. E dalla quale è nata la mostra che viene proposta per questa e la prossima settimana alla Galleria La Cantina di Latisana (Udine) dalle ore 16:30 alle 19, e che proseguirà poi il suo itinerario nell’area rivierasca e anche al di fuori, per far conoscere, assieme alla monografia, le attrattive e le prerogative del comprensorio. Alla ‘vernice’ della mostra, a Latisana, introdotta da Carlo Morandini, che presiede l’Associazione rivierasca, da Granfranco Cervesato, presidente del  Fotocineclub di Lignana Sabbiadoro, e dal titolare della galleria, Giovanni Toniatti Giacometti, sono intervenuti tra gli altri, assieme alle massime autorità comunali, Gabriele Cragnolini, presidente della sezione di Udine di Italia Nostra, e Alessandra Candriella, per il Club UNESCO di Udine.

 

Latisana, 9 maggio 2016.