IMG_7922 (2)

A Precenicco una realtà leader in Europa perché persegue l’allevamento con metodi tradizionali
Dalle carni bianche e salutistiche prodotti e piatti della cucina di pregio
Il Friuli Venezia Giulia è leader nella produzione cunicola. Lo è a livello europeo, perché da dalla seconda
metà del secolo scorso la famiglia Roma ha deciso di seguire la strada della qualità. Che non si ottiene solamente valutando il prodotto finito, pronto per realizzare pietanze delicate e salutistiche. Ma che si
stabilisce già nella prima fase, quella dell’allevamento. Il benessere animale è infatti essenziale per
assicurare ricchezza al prodotto finale. Che si assicura con un allevamento con metodi naturali. Non
intensivi, assicurando spazi adeguati e un ambiente naturale nell’allevamento. Pochi sanno che ci troviamo a
Precenicco, a poche centinaia di metri dal fiume Stella. E la Vecon, da decenni produce le carni cunicole nel
pieno rispetto della natura e dell’ambiente circostante. Già di per sé si tratta di animali discreti. Ma la
discrezione e l’eleganza con la quale Coniglionatura ha sviluppato la propria attività in questi anni ha fatto sì
che si affermasse sui mercati del gusto nazionali, europei e non solo. La collaborazione con un’azienda di
lavorazione delle carni di alta qualità, che sempre nella Riviera Friulana realizza prodotti agroalimentari di
pregio, soltanto per usare un termine di paragone internazionale, ‘alla francese’, ha fatto sì che ora Vecon
proponga ragù, salame, spezzatino, paté di coniglio. Che vengono abbinati con vini e inseriti in menù anche
stellati, in quanto rappresentano un valore consolidato e affidabile. E sono conosciuti e apprezzati come
un’icona del settore. Per esempio, erano a rappresentare i sapori italiani all’EXPO 2015 di Milano. E Zeno
Roma è stato più volte ai vertici del settore a livello nazionale, a rappresentare un comparto, che assieme
all’avicoltura, era in testa tra i settori economici dell’allevamento di animali per l’agroalimentare. Costituiva
infatti un ‘must’ trainante e sentito. Anche perché, fino a pochi decenni fa i conigli, così come il pollame,
venivano allevati da molte famiglie fin dentro le città, per l’autoconsumo. La cunicoltura era quella
privilegiata, perché di minore impatto anche se praticata accanto alle abitazioni. Da poco più d’un anno, alla
Vecon Coniglionatura, Zeno Roma, con la moglie Vera e la figlia xxx, hanno attivato un punto vendita di
prodotti di pregio dell’agroalimentare e dell’enologia rivierasche e del Friuli Venezia Giulia: ‘Eccellenze
friulane’. Anche sulla scorta dell’esperienza sviluppata da Roma anche assieme all’Associazione culturale La
Riviera Friulana. Alla quale, per il 2020, Vecon è la prima delle realtà ad avere rinnovato l’adesione. Vecon
sarà partner, sabato 22 febbraio, alla Galleria d’arte La Cantina, a Latisana, di un incontro di
approfondimento sulla cunicoltura rivierasca. Si parlerà della tradizione, della storia, della cultura della
cunicoltura nell’area rivierasca. Con l’abbinamento dei vini dell’azienda ospite, le Aziende agricole Toniatti
Giacometti.
Carlo Morandini