IMG_2443L’esperienza ultratrentennale di Gilberto Mondolo tra le offerte di pregio di Lignano Pinetaha

Ripartendo per gradi per ritornare al meglio della professionalità nell’american bar

La Lignano cbe ha lasciato una traccia iconica nella percezione di una località di mare alla moda è ripartita, nel modo migliore possibile assecondando le prescrizioni sanitarie vigenti, per la volontà di non disperdere il patrimonio d’immagine costruito nel tempo dalle eccellenze della città. Tra i locali che sono a disposizione dei visitatori e degli ospiti della cittadina adriatica per buona parte dell’anno per rappresentarne le carature e offrire occasioni di richiamo con un servizio curato e professionale, il Bellini Sole  American Bar  è dal 1963 il salotto buono di Lignano Pineta.

Ai suoi tavoli si sono sedute decine di migliaia di persone per trascorrere piacevolmente l’ora dell’aperitivo, consumare degli snack dopo la spiaggia. Progettare una serata brillante, o distensiva. Che spesso si conclude nel locale. Anche il Bellini Sole  American Bar  ha   riavviato l’attività prima che la chiusura anti pandemia congelasse tutto. Così, Gilberto Mondolo, rivierasco Doc, che guida il Bellini Sole  American Bar da 21 anni, non ha potuto far altro che attendere le prime disposizioni per la ripartenza. Che stentavano ad arrivare. Per un settore, quello dei pubblici esercizi, che come la ristorazione, la ricettività e i servizi turistici erano stati trascurati dalle prescrizioni per la riapertura. Finché ha potuto cogliere l’opportunità del ‘takeaway’. Un modello di lavoro inusuale per un american bar, un bar di pregio.

IMG_2436Ma ‘Gil’, come affettuosamente lo chiamano gli amici, e oramai anche gli avventori, ha capito subito che così come lui stava mordendo il freno per ricominciare a svolgere il suo lavoro al servizio della sua città, altrettanto atteso da parte degli amici era il momento nel quale avrebbe riacceso la luce, in piazza del sole, a Pineta. Per ridare vita al quartiere residenziale della località turistica.

Ha ricominciato a servire i clienti all’esterno del giardinetto esterno. Per asporto. Ed è stato uno dei primi dell’intera area della Riviera Friulana. Poi sono arrivate prescrizioni più precise. Forse fin troppo restrittive per il servizio a un banco molto ampio che si sviluppa per l’intera area interna del locale. Mentre, nel giardino esterno, tavoli più distanziati e meno sedie, ed ecco il Bellini  Sole American Bar che ritorna in forma smagliante per dare vita a una delle piazze più eleganti della città. “Abbiamo riaperto il 18 maggio, e poi pian piano siamo andati avanti ampliando l’offerta secondo le regole. Fino all’inizio dell’anno si poteva proporre musica, serate particolari

Oggi ciò non è ancora possibile. “Oggi dobbiamo solo evitare di creare assembramenti”. Gil è consapevole che l’estate 2020 sarà ‘una stagione un po’ strana’. Un anno di transizione in attesa del vero rilancio. Della ripartenza verso quell’estate al mare che tutti sognavamo. E sogniamo. A ogni età. Nel frattempo, le emozioni, la curiosità, il piacere di una serata con gli amici, la voglia di essere presenti, testimoni della bella stagione e della bella vita lignanese, non è scemata. E come negli anni ’90, nelle serate più calde c’è chi cerca di arrivare prima per accaparrarsi il tavolo visto che i posti sono limitati rispetto al passato dalle norme in vigore. Perché la vita che anima piazza del sole di Lignano Pineta mantiene il suo fascino. Accompagnata da un drink, un cocktail, una bevanda fresca, un miscelato, e tanto altro ancora, della ricca gamma che Gil, e il suo personale preparato, sanno proporre per consentire agli ospiti di degustare l’estate. Da un buon Bellini, con le pesche, che è il must del locale, all’Americano, ad altri cocktail , alcuni nati dalla passione trentennale di Gil, il barman latisanese che da oltre trent’anni intrattiene gli ospiti dei locali di tendenza del litorale adriatico, da Bibione a Lignano. E da 21 al suo Bellini  Sole American Bar 

Carlo Morandini