Lorenzonetto Guido e Marco

Lorenzonetto Guido e Marco

Da sempre sostenitore dell’idea rivierasca, Guido Lorenzonetto, con i figli Mara e Marco pioniere

dell’innovazione tra Latisana e Lignano Sabbiadoro Vini autoctoni che esprimono le qualità del territorio e una location per le degustazioni che qualifica e contraddistingue parte dell’area vitata
Un’azienda che è un riferimento per tanti dei frequentatori della spiaggia di Lignano e della Riviera Friulana Nata dall’intuizione di un imprenditore di origini venete il quale, cinquant’anni fa, assieme alla moglie Ornella, ha scelto i terreni adiacenti alla strada regionale 354, a Pertegada in Comune di Latisana (Ud) per produrre i vini del territorio. Quei prodotti enologici che nei decenni hanno contribuito a fidelizzare numerosi degli attuali ospiti alle terre rivierasche.

Guido Lorenzonetto, Cavaliere della Repubblica Italiana per i meriti acquisiti in qualità di imprenditore vitivinicolo, aveva intuito per tempo il lungo cammino che il centro balneare avrebbe compiuto nei decenni successivi alla sua scelta. E attraverso strategie innovative, l’attenzione alle nuove tecniche e tecnologie in vigna e in cantina, oggi supportato dai figli Mara e Marco, enologo, con la moglie Chiara, propone i suoi prodotti di qualità lungo l’asse principale di collegamento di Lignano alla Riviera Friulana e agli snodi viari e autostradali, in una location che qualifica il territorio. L’ingresso principale è situato direttamente sulla 354: un grande portone in ferro battuto, in stile tradizionale, ormai rappresenta un elemento distintivo dell’azienda Lorenzonetto.

Lorenzonetto Friulano 2016

Lorenzonetto Friulano 2016

Dà accesso al largo viale di ingresso, che rappresenta anche un comodo parcheggio per auto, moto e pullman, verso il grande fabbricato per le degustazioni e la vendita, che è parte integrante della cantina. Si tratta della dimostrazione tangibile dell’efficacia delle strategie aziendali. Che si sintetizzano, ci spiegano all’unisono Guido, Marco e Mara, nei concetti di tradizione, territorio e tecnologia.

Ma soprattutto nel perseguimento della strada della qualità. “Una qualità – precisa Guido Lorenzonetto – che deve essere perseguita da tutti gli operatori agricoli rivieraschi, così come dagli operatori della nostra città delle vacanze, perché è soltanto in questo modo che sarà possibile mantenere alto l’interesse per il nostro territorio e le nostre produzioni locali”. Produzioni locali, ricorda, che in particolare nella nostra zona, la Doc Friuli Latisana che fa parte della Doc Friuli, si giovano di terreni argillosi, difficili da lavorare, ma ricchi di minerali.

Tutto ciò, assieme al clima mitigato dalla vicinanza della laguna e del mare, e all’aria salmastra, permette di realizzare vini utilizzando al meglio le moderne tecniche colturali e di produzione. Terreni vocati alla coltura della vite fin dall’antichità, che permettono di produrre il Prosecco, dalle uve di Glera, da sempre cavallo di battaglia dell’azienda Lorenzonetto.

Ma anche il Friulano, il vitigno autoctono rilanciato dopo l’acquisizione della nuova denominazione. Che ha permesso a Lorenzonetto di vincere il primo premio al concorso enologico di Bertiolo, il primo evento legato a una festa tradizione dell’anno. Ma se anche il Prosecco è stato premiato nei concorsi nel Nord Est e in Italia, il Refosco è uno dei vini presenti nella Riviera Friulana fin dall’antichità. Ancora tra i rossi, anche il Merlot e il Cabernet sono vini di spicco dell’azienda.

Che non manca di cimentarsi con cura nella produzione del Novello, e degli uvaggi, come il Rosso dei picchi, dei barricati. Specialmente ai turisti stranieri piace l’ultimo dei vini rossi della linea aziendale, il Malbech, un autoctono delle terre friulane leggermente amabile. Tornando ai bianchi, dopo il Friulano la Ribolla Gialla spumantizzata è il vino fresco e facilmente abbinabile che incontra sempre di più l’interesse dei degustatori, italiani e stranieri. Ma troviamo sulla lista della cantina anche il Pinot grigio, lo Chardonnay, il Verduzzo, il Sauvignon. Nonché il Prosecco, dal Brut al Millesimato, al Rosé Cuvée. E alle Grappe. Il tutto condito dalla proverbiale propensione all’accoglienza, che contraddistingue la famiglia Lorenzonetto.

Carlo Morandini Latisana, 16 agosto 2018.

#LignanoSabbiadoro #Maranolagunare #Grado

larivierafriulana®

Associazione Culturale

#LIGNANO SABBIADORO #MARANO LAGUNARE #GRADO

Sito: www.larivierafriulana.it Mail: info@larivierafriulana.it Tel. Cell: +39 335 370816

Facebook: Riviera Friulana – la riviera friulana /Twitter: @rivierafriulana /Google: Riviera Friulana

#RivieraFriulanaNews164/2017